Pagina:Alamanni - La coltivazione.djvu/319

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

303

BACCO IN TOSCANA.

***********


Dell’indico Orïente
     Domator glorïoso, il Dio del vino
     Fermato avea l’allegro suo soggiorno
     Ai colli etruschi intorno;
     5E colà dove imperïal palagio
     L’augusta fronte inver le nubi innalza,
     Su verdeggiante prato
     Colla vaga Arïanna un dì sedea;
     E bevendo e cantando,
     10Al bell’idolo suo così dicea:
Se dell’uve il sangue amabile
     Non rinfranca ognor le vene,
     Questa vita è troppo labile,
     Troppo breve, e sempre in pene.
15Sì bel sangue è un raggio acceso
     Di quel Sol che in ciel vedete;
     E rimase avvinto e preso
     Di più grappoli alla rete.
Su su, dunque, in questo sangue
     20Rinnoviam l’arterie e i musculi;