Pagina:Alberti, Leon Battista – Opere volgari, Vol. III, 1973 – BEIC 1724974.djvu/162

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
160 ludi rerum mathematicarum
Ludi-mathematici0021.gif

[Fig. 21]

dalla porta; e chiamisi il capo delle catene A, e il capo dentro B, el bilico C. Al capo B ponete una tagliuola, e accommodate il capo della fune che lavorerà per questa tagliuola, giù entro della porta a un certo naspetto che la carchi, e chiamisi D questo luogo. All’altro capo della fune attaccherete la vostra statera accomandata con uno de’ sua uncini in terra in questa forma, e chiamisi questo capo E, come vedete la pittura [Fig. 22].

Quando el carro e’ buoi saranno su questo ponte, tirate giuso il capo E della fune, e accomandate la statera al luogo D. El ponte andrà in alto. Basta se va quattro dita suso. Dico che se una volta annovererete quante libre del carro porti una oncia della vostra stateretta, a quella regola peserete poi sempre tutte l’altre. E sievi ricordo quanto vi dissi testé qui sopra, che la parte più lunga della trave A B quante volte ella empie la minore, tante