Pagina:Alberti - Della architettura della pittura e della statua, 1782.djvu/354

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
332 della statua.

Le larghezze del braccio, et le grossezze sono mediante i loro moti, diverse; pur comunemente son queste.

PIEDI GRANDI MINUTI.
La larghezza del braccio nell’appiccatura de la mano 0 2 3
La larghezza del braccio dal muscolo, et gomito 0 3 2
La larghezza del braccio dal muscolo di sopra sotto la spalla 0 4 0
Le grossezze che sono da le parti dinanzi a quelle di dietro.
La lunghezza che è dal dito grosso al calcagno 1 0 0
La grossezza che è dal collo del piede allo angolo del calcagno 0 4 3
Il ritiramento sotto il collo del piede 0 3 0
Il ritiramento sotto il muscolo a mezzo de la gamba 0 3 6
Dove il muscolo de la gamba esce più in fuori 0 4 0
Dove esce più in fuori la padella del ginocchio 0 4 0
La maggior grossezza nella coscia 0 6 0
Da la natura allo sporto de le mele 0 7 5
Dal bellico alle reni 0 7 0
Dove noi ci cinghiamo 0 6 6
Da le poppe a gli sporti de le reni 0 7 5
Dal gorgozule al nodo del collo 0 4 0
Da la fronte al di dietro del capo 0 6 4
Da la fronte al buco dell’orecchio . . .
La grossezza del braccio alla appiccatura de la mano . . .
La grossezza del braccio al muscolo sotto il gomito . . .
La grossezza al muscolo sotto l’appiccatura del braccio . . .
La maggior grossezza de la mano . . .
La grossezza de le spalle 0 3 4


Mediante queste cose si potrà facilmente considerare quali sieno le proportioni che habbino l’una per l’altra tutte le parti de le membra, a tutta la lunghezza del corpo; et le proportioni et le convenientie che elle habbino infra loro stesse l’una con l’altra: et in che cosa elle variino, o sieno differenti. Il che io giudico che si debba sapere, perciò che tale scientia sarà molto utile. Et si potriano raccontare molte cose, le quali in uno huomo si vanno mutando, variando, o stando egli a sedere, o piegandosi verso quella al-

tra