Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/143

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DEL GIAPPONE, 4I quècéto tutti baroni,gli flefii, caualli haueua.no anco le ognt indorate, fò alcuni in luogo di ferri bavettano come cene fole di feta cremifina, fi mettono in ordine altri giuochi nel Meaco fuperiore che dicono a Dadaicufarà la cofa pihfrupcda i tegli bah bia mai fatto.& conquefto pretende dilatar la fama fua per lutto il mondo.Ha chiamato a quefìi giuochi ifuoi figliatigli Baroni fuoi fuddìti-,e tutti li Triti dpi amici e confederati. Tutta la fella in ciò confitte-,che ogni Barone habbia da comparire piìi pompo famente che fia pofiibile, fò nella cavalleria, 4$ nelle liuree. Hà fatto intédere a tutti che ciafcunofpen da almeno due ychnmais d’oro, che fono cento cinquanta fcudi,altrimenn che refli in c afa fua: Talché i Toni ancor mediocri fpedono nonfolo cinque ofci, ma dieci,quindeci, fò Vinti ychimaìs d’oro. Xibatandono gionfe l’altr’hieri con diece milia huomini. Hieriveme aVifitar ’Nobunaxga fògli donò trenta ychimais d oro, fò tre dougus di chanoia, fò mille tacis. Dicono che ffiefe in tutto da trenta iracis, trafefò li fuoi fò li Viaggio. TSlel Heaco fi mettitutto di purpura fò fe iìejfo fò il causilo. V condono fi ha fatto fette forte diyefii, e Tfcbuxariga gli hi dette molte parole amor etili lodandolo fò il medefimobà fatto ad Yquetan. L’slqvche, mena cinquanta parafrenieri tuttiycfihi di broccato de la cina. Secondo ci dice Veondono,.Euit^a fò altri, fi ffende per quetta fejla pi fi" di cento mlu tacis, fò cofìoro fanno il tutto. il campo è già MtoJpianatQ, La gente che Viene da dtuerfi