Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
148 II diavolo nella mia libreria ::

Oh serenissimi re, principi, imperatori! Forse troppo sereni. Vi contemplo in queste vecchie stampe. La parrucca cade a cannelloni su la corazza. «Bel mestiere fare il re», pare dicano i bei volti sbarbati dei serenissimi re. Tutti gli uomini sono sudditi, tutti fedelissimi vassalli. La plebe è taillable et corveable à merci!

Ma i Gesuiti che vegliavano all'ombra dei troni, è probabile che dicessero in segreto: «Sì, ma siate più seri! Meno tripudi! Attenti che non ruzzoli quel mappamondo che avete in mano».