Pagina:Angeli - Roma, parte I - Serie Italia Artistica, Bergamo, 1908.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
68 ITALIA ARTISTICA


da parere una città e villaggi sparsi di campi, di viti, di pascoli, di selve e quantità, di selvaggiume, d’ogni specie di fiere. Nelle altre parti tutta fregiata d’oro con scompartimenti e lavori di gemme e madreperle». (Svetonio, in Claudio Nerone. XXX).

corridoio interno del colosseo.

(Fot. Alinari)

Si capirà facilmente come questa prodigalità di ricchezze e questa ostentazione di sfarzo dovesse modificare in modo sensibile la primitiva semplicità architettonica della Grecia. È infatti sotto Nerone che comincia il distacco fra i due stili. Ogni sentimento cede oramai alla voluttà; ogni ricerca, all’effetto. I due architetti Severo e Celere, che furono i sopraintendenti nelle costruzioni imperiali, possono considerarsi come i veri e propri iniziatori della nuova epoca architettonica. Anche nelle decorazioni lo spirito