Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo primo, 1837.djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

13


e poi scrivendo in essa il carattere corrispondente al loro numero, tolgo via anche cotesti secondi gruppi.

E così di seguito fino all’ultima casella a sinistra.

Se accade, che vi sia qualche casella vuota, come ho di sopra (3) avvertito, allora per denotare questa circostanza vi scriverò il carattere 0, che chiamo zero.

Fatto ciò, e rammentandomi, che una unità del second’ordine per le operazioni fatte ne vale dieci di quelle del primo che una del terzo ne vale pure dieci di quelle del secondo, e generalmente, che una unità d’un cert’ordine ne vale sempre dieci di quelle d’un ordine immediatamente inferiore, è chiaro, che, se io imagino tolte di mezzo anche le caselle, e considero soltanto il sistema de’ caratteri, che ho scritti, questi pel loro significato assoluto, e per quello relativo alla loro località mi presenteranno, come all’occhio una imagine, così alla mente una idea adequata del numero totale de’ miei gettoni.

7. Facendo pertanto astrazione da cotesti gettoni, da ciò, che fin quì abbiamo visto apparisce, che inteso il significato de’ dieci caratteri seguenti

0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, che re-