Pagina:Anonimo - Matematiche Fascicolo terzo, 1839.djvu/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
4

dal generalizzare la idea di numero, ch’è la principale di tutte.

Abbiamo detto da principio (Tema primo, §.I, N.° 1), che un numero si può riguardare come la collezione di più unità simili, intendendo per unità una cosa qualunque individuale.

Siccome niente impedisce di prendere per unità quella cosa, o soggetto individuale, che più ci pare e piace, così un numero composto di quante mai si vogliano unità, riguardandosi come rappresentante un Tutto unico, che sia la collezione o l’aggregato di coteste unità medesime, considerate come Parti semplici, si potrà esso stesso prendere, o considerare come una nnova unità, o Soggetto composto, atto a formare colla successiva ripetizione di se medesimo qualunque altro numero di unità composte uguali.

Perciò d’ora in avanti si potrà intendere per Numero anche la collezione di più unità, ciascuna delle quali sia pure la collezione, o l’aggregato di quante altre mai si vogliano a piacere.

Ma quì avvertiremo, che considerando questa seconda collezione come già fatta, la prima si giudicherà come da farsi, ossia un numero si riguarderà come la collezione da farsi di più