Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/275

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

documenti 255
LXV. 1337, febbraio 4.


Stenico. - Avendo, nel settembre dell’anno antecedente, alcuni uomini di Cinego condotta via una vacca e feriti alcuni uomini di Castello che pascolavano nelle pertinenze del monte Masoza, Matteo de Gardelli, vicario delle Giudicarie pel duca Giovanni del Tirolo e pel Capitolo di Trento (essendo vacante la sede vescovile), pronuncia la relativa sentenza.
Archivio comunale di Castello.


LXVI. 1337, febbraio 4.


Stenico. - Matteo de’ Gardelli, in seguito alla sentenza da lui pronunciata (v. (loc. prec), ordina la restituzione della vacca rapita ai proprietari.
Archivio comunale di Castello.


LXVII. 1340, gennaio 25.


Castello. - Gli uomini di Castello eleggono tre arbitri per decidere in certe liti che vertevano fra di loro sulla esazione delle imposte, sulla divisione dei proventi della Comunità e sull’elezione dei consoli. Sentenza degli arbitri.
Archivio comunale di Castello. La prima metà della pergamena è quasi del tutto illeggibile.


.... quod non poterant concordare de daciis seu collectis exigendis Item de divisione utilitatum omnium Comunis...... .... ...... .... et de consulibus eligendis ...... ...... ...... ...... ...... sub pena x libr. ver ...... ...... ...... ...... ...... ...... [elegerunt] Bonefacium archipresbiterum de Condino, Dominicum notarium et Bersanum quondam Faseti ambo de dicto loco Condini...... ...... in arbitros, arbitratores et amicabiles compositores dispensatores et bonos viros de lite et questione que vertebatur et erat inter...... videlicet que tal...... quedam collecta sive condempnatio imposi vilam Castelli ....... ....... .............. ...... ...... ......

(S. N.) In Christi nomine, amen. Nos Bonefacius Archipresbiter de Condino, Dominicus notarius et Bersanus quondam Faseti de Condino arbitri, arbitratores et amicabiles compositores electi et ...... ...... ...... hominibus de Castello prout continetur in carta compromisi scripta manu mei Chemini notarii infrascripti, dicimus pronuntiamus, arbitramur, mandamus et sententiamus quod colecta sive condempnatio nuperrime imposita sicut divisa erat sic solvatur ...... medietas per extimum et alia medietas per