Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/277

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

documenti 257
LXX. 1341, ottobre 11.


Creto (Levi). - I procuratori di Roncone, di Lardaro e della Pieve di Bono inferiore compro flettono in Matteo de’ Gardelli per la decisione delle cause che vertevano fra loro pel possesso dei monti Bovinunculo, Varassone, Rolla, Valbona, Ospedale, "Valcomedra, A verna, Nudole, Bocazollo, Leno, Lavanego. Clef, Renia, Pura, Avalina. Fraina, Azoza, Magassone, Albis e Pradibondo.
Archivio comunale di Roncone.


LXXI. 1342, marzo 20.


Trento. - Sentenza arbitrale pronunciata da Matteo de’ Gardelli nella anzidetta causa (v. doe. ant.).
Archivio comunale di Roncone.


LXXII. 134...., 5 giugno e 22 luglio.1


Condino. - Nuovi Statuti di Condino con le ratifiche dei vicini. - Divisioni e desene fatte nei terreni del Comune.
Archivio comunale di Condino. La prima parte della pergamena è quasi affatto illeggibile.

In Christi nomine, amen; anno nativitatis eiusdem millesimo trecente[simo] quadr]agesimo] .................. ............... ............... ............... ............... ............... ............... sub domo Comunis Condini, presentibus Mayono Quadr ............... ............... ............... ............... et Iohanne quondam Bartholomei Piliparii de Peluco de Rand[ena] ............... ............... ............... ............... ordinati per infrascriptos homines videlicet Tebaldinum notarium et Zam[bonum] ............... ............... ............... ............... canum et Dominicum notarios, Luterium, Delaidum de Balbis, Petrum dictum ............... ............... ............... ............... num condam Martini Botini, Petrum condam Botini, Guellum, Antonium Martini Alegre ............... ............... ............... et Zaninuum condam Benevenuti de Briono, qui omnes in presentia mei notarii infrascripti et [totius Comunitatis] Condini,

  1. Il documento non può essere posteriore al dicembre 1343, data della carta seguente, essendo in questa nominato come Vicario delle Giudicarie, Matteo de’ Gardelli, mentre in quella il Vicario è Niccolò di Riva.