Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/144

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
138 Scritti vari

perchè i Don Basili siano finalmente smascherati nel modo che meritano, dopo letto l’articolo della Gazzetta, ci faceva l’onore della lettera seguente:

Mantova, 20 giugno 1883.


Alla Onor. Direzione del Periodico il «Moto»


Imola


Il sottoscritto dichiara:

1°. - Che non ha mai scritto opere in latino;
2.° - Che non ha mai sostenuto l’infallibilità del papa;
3.° - Che ha invece sempre dichiarato di non ammetterla;
4.° - Che con una lettera, inserita nel numero del 2 settembre 1870 della Gazzetta di Mantova, ha protestato contro il dogma della infallibilità del Papa;
5.° - Che ha sempre avuto e professato idee e sentimenti patriottici e liberali;
6.° - Che tutto questo a Mantova, dove visse dal 1836 ad oggi, è notorio;
7.° - che chi dice il contrario, se lo dice in buona fede è un IMBECILLE, se lo dice in mala fede, è un BIRBANTE;




E questa dichiarazione la faccio per ragioni che trovo nella mia coscienza, e non per l’ossequio ad una autorità qualsiasi, o ecclesiastica o civile. Perchè il patriottismo io lo faccio consistere non nel dar ragione ai più o a chi ha il potere, ma nel dire schiettamente senza rispetto o paura di nessuno, quello che credo il vero.

La prego di inserire queste mie parole nel pregiato di Lei giornale e di credermi suo dev.mo

Mantova, 2 settembre 1870.

Prof. Roberto Ardigò