Pagina:Ariosto, Ludovico – Orlando furioso, Vol. III, 1928 – BEIC 1739118.djvu/63

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

trentesimoquarto 57


 92
     Era quel vecchio sí espedito e snello,
che per correr parea che fosse nato;
e da quel monte il lembo del mantello
portava pien del nome altrui segnato.
Ove n’andava, e perché facea quello,
ne l’altro canto vi sará narrato,
se d’averne piacer segno farete
con quella grata udienza che solete.