Pagina:Ascensioni umane Fogazzaro.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
136 Ascensioni umane

giovani che abbandonano la fede per la teoria della Evoluzione, come mai vi sono dei vecchi che pretendono abbattere con essa il concetto di Creazione, se io, che sono cristiano cattolico ed evoluzionista, ho avuto pubblici segni di favore dal Sommo Pontefice Pio IX, e se il cardinale Newman al quale ho dedicato uno de’ miei libri, fu il primo inglese che applicò la teoria della Evoluzione persino al dogma cristiano?»

Il Padre Le Roy, domenicano francese, in un libro sulla evoluzione delle specie organiche, predice all’idea trasformista le sorti dell’idea di Galileo, che, prima di trionfare, fece orrore ai credenti. Una Rivista religiosa tedesca, «Die katholische Bewegung» non meno ortodossa, non meno zelante di qualsiasi giornale religioso italiano, si compiaceva poco fa di riferire questo detto di Lubbock: «Una dottrina che insegna l’umiltà riguardo al passato, la fede nel presente, la speranza nell’avvenire, non può essere inconciliabile con la verità religiosa.» Altre simili testimonianze io indussi di scrittori ecclesiastici moderni. Potevano bastare. Stimai tuttavia interessante di scendere, dietro le lanterne di altri cercatori, dalla teologia moderna nell’antica, nelle profondità oscure dei più famosi filosofi cristiani per cercarvi nascoste analogie con la ipotesi della Evoluzione. Vi ho