Pagina:Baldinucci - Notizie de' professori del disegno I.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
16 l'autore a chi legge

che1 nel moderno e non se ne può per adesso dir se non poco, per far poi di essi menzione (se piacerà al Signore concederne vita) con mio maggior soddisfacimento. E questi tralasciati, pur coli’ordine de’ decennali si daranno fuori a suo tempo sotto nome di seconda parte, o di libro secondo, con intenzione quando faccia mestiero passare al terzo e quarto etc. attribuendo allora alla materia che si pubblicherà di presente la prerogativa di prima parte e di libro primo. Ancor farà ciò un altro buon effetto, il quale è di lasciar modo e luogo al proseguimento ed accrescimento (ed anche in bisogn ) alla correzione di tutta l’opera, se mai per alcun tempo volesse ciò fare chi fusse più intendente, e meglio informato di me (che è quello che io desidero) senza variar l'ordine de’ decennali, eziandio ch’e’si volesse ripigliar da capo; perchè la combinazione delle parti de’ libri aggiusterà il tutto.

Nè per questo si viene a togliere il modo di mostrar per via d’albero la derivazione de’ soggetti dai loro maestri, e dal primo stipite Cimabue; perchè in ogni tomo o volume sarà una particella d’albero, che dimostrerà la sua connessione, o col primo stipite, o con altri da quello derivati, di modo tale che chi vorrà, potrà sempre appiccare alla prima particella d’albero posta in questo tomo o volume, l’altre che si daranno fuori in ciaschedun altro tomo o volume; e potrà ancora sempre che voglia, far l’albero intiero, fino agli ultimi, de’ quali gli sarà da me data notizia, quando anche fussero sino a quei che vivono al presente: perchè poi (se il Signore Iddio

  1. Al tanto corrisponde il quanto.