Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1911, IV.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


NOVELLA XIV 209 terra, parendomi che fra Girolamo ci avesse a conoscer la verità aperti gli occhi. 11 duca Lodovico e tutti i signori e gentiluo¬ mini e universalmente il più degli auditori rimasero ottimamente sodisfatti, e dai saggi fu giudicato che esso Borsello aveva mo¬ strato buon giudicio e fatto prudentemente a gabbarsi de le superstiziose invenzioni di coloro che si persuadono, per vestirsi di tal e tal colore o di cingersi il cordone o la correggia di cuoio, e non far l’opere de la carità e ubidire ai comandamenti di Cristo, di deversi salvare. M. Bandbllo, Novelle.