Pagina:Barrili - Castel Gavone.djvu/305

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— Giacomo! Ed io ti ho ucciso! gridò ella con accento disperato,

strappandosi i capegli dalle tempia.

— No... hai fatto bene... ti dico. — soggiunse il morente, con voce

sempre più fioca. — Vile... tre volte vile! —

Così dicendo, girò attorno gli occhi smarriti, come cercando la luce che gli sfuggiva. Mosse ancora le labbra, balbettando parole confuse; allungò le braccia quasi volesse trattenersi anche un istante tra i vivi; indi reclinò il capo sul petto e stramazzò, colle membra prosciolte, sul pavimento. Giacomo Pico era morto.