Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/170

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 162 —


è un luogo proprio degno dei gran signori che. siete. E bisogna veder dentro, bisogna; vi par d’essere in chiesa, quando c’è i paramenti. La signora contessa, madre del signor Flaminio, nostro padrone, ci ha passato, poverina, tutta la sua gioventù. Per questo, gli appartamenti sono tutti in ordine, che non ci manca proprio nulla, tranne il sale nel bossolo. Non fo per dire, ma se ci veniste ad abitare voi, ci trovereste ogni cosa secondo il bisogno, per fino la culla pel primo....

— Basta, basta! — interruppi, dando in uno scoppio di risa, così per la bizzarria dell’osservazione, come per levare d’impaccio la signora, che cominciava ad essere sulle spine. — Andiamo dunque a vedere il palazzo. —

La mia compagna colse l’invito al volo, e, aggiustatosi il cappellino sulla testa, uscì