Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 51 —


badi, si copra le spalle con questo mantello scozzese, chè l’aria di notte non ha fatto mai bene a nessuno. È una massima di mia nonna, che esce dal dimenticatoio; tanto è vero che niente si perde a questo mondo, neanche i consigli che non si sono ascoltati. —

La mia compagna di viaggio rise e mi lasciò fare, come si lascia fare il più vecchio degli amici. E poco dopo, ravvolta nel mio plaid, dormiva o fingeva di dormire. Nobile finzione, per dirmi che accanto a me si sentiva sicura.

Io frattanto andavo pensando tra me. Era quello il mio primo momento di libertà; e lo spirito aveva mestieri di raccapezzarsi. In che ginepreto m’ero io ficcato alla cieca? E chi era quella donna, entrata là al buio, e non veduta in viso, che s’era impadronita così della mia povera vita, senz’altro diritto, fuor quello che io le avevo dato colla mia