Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/85

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 77 —


caso or ora citato, essere anche il complesso delle grazie d’una strega, era diffusa un’aria di onesta alterezza che indicava l’interna gentilezza dell’animo, rispondente a quella del viso; vo’ dire la nobiltà del pensiero e la delicatezza del sentimento, che, fuse in un solo concetto, la dignità, paiono a me condizioni necessarie della vera bellezza. Imperocchè, lo confesso, se io fossi stato nel berretto frigio di Paride, la guerra di Troja o non sarebbe avvenuta o avrebbe avuto altra forma. Io non avrei dato il pomo a quella smancerosa di Venere; lo avrei dato a Minerva, o a Giunone: e chi sa? se m’avessero fatto pensar nulla nulla a quelle loro invidiuzze, a quei loro battibecchi da femmine di mercato, me lo sarei bravamente messo in saccoccia. Codesto per dire che la bellezza non è piena ed intiera a’ miei occhi se non va accompagnata ad un senso intimo di nobiltà,