Pagina:Barrili - La legge Oppia, Genova, Andrea Moretti, 1873.djvu/94

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 la legge oppia

Fundanio

Venivo appunto di là. Il terrazzo è pieno di popolane, che vi fanno la guardia. Vedi? stanno inalberando il vessillo comiziale. Anche gli auspicî son tornati favorevoli....

Atinia

Lo credo. Volusia è stata inesorabile con Claudio Pulcro, come Fulvia con Lucio Valerio.

Fundanio

A proposito di Valerio, sai? Egli sta grosso con me, per quelle parole che Fulvia gli avrà riferite. È naturale. Erano la chiave di tutto l’intrigo. Tu m’hai messo in un bell’impiccio, o divina.

Atinia

Te ne duole?

Fundanio

Dei buoni! Si tratta d’un ottimo collega.... d’un amico! A questo mondo si ha così poche persone che ci voglian bene!

Atinia

T’aiuti di tutto, mi sembra!

(ridendo)

Via, non pensarci; a cosa fatta, vi metterò io in pace.

Fundanio

Eccolo! Scende dal Tabulario, con Porcio Catone.