Pagina:Barzini - Una porta d'Italia col Tedesco per portiere, Caddeo, Milano, 1922.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 36 —


te pochi, rimangano in pochi: non hanno bisogno di fingersi molti per esser liberi. A Gressoney ce n’è anche meno, e si mantengono da secoli nobilmente tedeschi fra noi.

«Ma — afferma Nicolussi — questi italiani e questi ladini si dichiarano tedeschi, essi hanno diritto di autodecisione». È giusto. Essi potranno scegliere liberamente quando, sciolti da ogni vincolo, saranno posti in condizione di sapere, di capire e di decidere. Troppo ignorano. Abbiano scuola italiana, chiesa italiana, giustizia italiana, sentano che cosa siamo e che cosa sono. Poi dicano.