Pagina:Battisti, campagna autonomistica, 1901.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 50 —

voto nè alle spese nè al modo di pagarle — sborsò — in più di quel che gli poteva spettare e a tutto vantaggio del Tirolo, la sommetta di fior. 250.000.

Altro scopo a cui furono devoluti i proventi del dazio sul grano si fu la costruzione di strade votata nel 1843. Tali costruzioni ammontarono alla somma di fiorini 1,551.886 dei quali 657.775 a favore del Trentino e il resto, cioè 894,111 a favore del Tirolo. Il paese nostro ci perdette la bagatella di fi. 118.000!

E avanti ancora. Sempre col solito fondo si risarcirono e tacitarono una volta tanto con determinati importi molti diritti feudali di decime ecc. a favore di nobili.

Queste spese sono note col nome di « fondo esonero del suolo » e di esse un attuale conservatore nostro di tre cotte scriveva che « costituivano la più solenne ingiustizia perchè caricavano un’imposta, che dovea servir di sollievo alla possidenza, precisamente sui poveri che nulla posseggono, cioè sopra quelli che a preferenza si nutrono di grano e quindi contribuiscono in maggior proporzione al dazio provinciale ».

Ma a parte il criterio vessatorio che informa questa deliberazione vediamo come al solito la ripartizione, La spesa complessiva fu per questa bisogna di 6 milioni 800 mila fi. in cifra tonda. Di questi 2,000.000 pel Trentino e 4,800.000 pel Tirolo. Il pagamento, fatto con un fondo comune, obbligò il Trentino a regalare al Tirolo 1,400.000 fiorini.

Col ricavo del grano si sussidiarono i comuni... colla solita legge, dando p. e. dal 1822 al 1860 fior. 104.000 al Tirolo, e 12.000 al Trentino; dal 1861 al 1875 fior. 300.000 al Tirolo e 99.000 al Trentino; dal 1875 al 1879 fior. 118.000 al Tirolo e 77.000 al Trentino e... via di questo passò.

Col fondo grano si pagherà un debito di 4.000.000 fatto per la regolazione dei torrenti e del quale il Trentino godette in proporzione del 42 % e il Tirolo del 58 %. E il Trentino pagherà il 50 %.

Col fondo grano si eresse a Lienz un magazzino provinciale che costa fior. 261.000 e a noi non giova affatto e perfino si sussidiarono i circoli di canto e musica d’Innsbruck!