Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
142 Dei Delitti

Si dirà che i mali della schiavitù faranno svelare i secreti d’un supposto fallito innocente. Caso rarissimo nella sopracennata supposizione di un rigoroso esame. Credo massima legislatoria, che il valore degl’inconvenienti politici sia in ragione composta della diretta del danno pubblico, e della inversa della improbabilità di verificarsi.

Si allegherà la sicurezza del commercio e la sacra proprietà de’ beni. Il commercio, la proprietà dei beni non sono un fine del patto sociale, ma possono esser un mezzo per ottenerlo. L’esporre tutt’i membri della società ai mali, per cui tante combinazioni vi sono per farli nascere, sarebbe un subordinare i fini ai mezzi; paralogismo di tutte le scienze, e massimamente della politica1.

  1. In un tale errore son caduto nelle precedenti edizioni, ove dicea, che il fallito innocente dovesse esser custodito come un pegno dei suoi debiti, o adoperato come schiavo al lavoro per i creditori. Ho ver-