Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 21 )

scritti simili a quelle, sarebbe superfluo; ma chiunque scriverà con quella decenza che si conviene a uomini onesti, e con quei lumi che mi dispensino dal provare i primi principj, di qualunque carattere essi sieno, troverà in me non tanto un uomo che cerca di rispondere, quanto un pacifico amatore della verità.

Dei delitti e delle pene (1780), p. 31.jpg