Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e delle Pene. 57

leggi degli eserciti, composti per la maggior parte della feccia delle nazioni, che sembrerebbono perciò doversene più d’ogni altro ceto servire. Strana cosa, per chi non considera quanto sia grande la tirannia dell’uso, che le pacifiche leggi debbano apprendere dagli animi induriti alle stragi ed al sangue, il più umano metodo di giudicare.




§. X I I I.


Processi, e prescrizioni.


Conosciute le prove, e calcolata la certezza del delitto, è necessario concedere al reo il tempo e i mezzi opportuni per giustificarsi; ma tempo così breve che non pregiudichi alla prontezza della pena, che abbiamo veduto essere uno de’ principali freni dei delitti. Un mal inteso amore dell’umanità sembra contrario a questa brevità di tempo: ma svanirà ogni dubbio se si rifletta che i pericoli


C v