Pagina:Beltrami - Bramante poeta.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



     — Se mai diè Cristo, o pazzo da catene,
Tu sei ben grosso. Or vuo' tu ch'i tel dica?
14Egli ha rotte le calze ch'è il peggiore.

     — O ingegnero e pittore
Può esser questo ? — Sì al corpo di Dio
17E non ho un soldo al mondo che sia mio.

     — Vuo' tu che t'insegna io?
Torna al Vesconte e non aver vergogna;
20Che male è il vergognar quando bisogna.