Pagina:Beltrami - La facciata del nostro duomo, 1883.pdf/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

—22—

dalla nostre relazione risulta come siasi voluto evitare qualsiasi rialzo decorativo nella fronte: questo accordo d'impressione non farebbe che attestare come il partito adottato per togliere alla facciata le proporzioni depresse, abbia pienamente raggiunto lo scopo, sostituendo alla disaggradevole impressione di quelle proporzioni depresse, l'impressione di un elemento e slancio frontale, raggiunto senza bisogno di un rialzo effettivo nella facciata attuale.

(h) Riguardo al significato e all'importanza che noi annettiamo alla considerazione economica nella presente questione, ci è necessaria una breve spiegazione, dacchè nella relazione della Commissione giudicatrice troviamo la frase: il N. 9 si ascrive al tipo di facciata a riforma economica, quindi senza torre. Risulterebbe da tali parole, che l'aver studiato un partito senza torri sia stato, da parte nostra, la diretta conseguenza di una preoccupazione economica, quasi che ci fossimo imposto un limite di spesa, mentre il programma di concorso non faceva restrizione alcuna economica. Rimane invece dimostrato da quanto abbiam detto fin qui, come la questione sia stata trattata puramente con considerazioni estetiche e autorità di documenti; il che non toglie però, che una volta raggiunta la soluzione, non si possa rilevare il vantaggio economico che nel progetto adottato risulta a confronto di altre soluzioni più complesse, e non si possa tener calcolo di tale vantaggio dinnanzi alla probabilità di una attuazione del progetto.


Beltrami - La facciata del nostro duomo, 1883 (page 24 crop).jpg