Pagina:Bergamo e sue valli, Brescia e sue valli, Lago d'Iseo, Valcamonica.djvu/103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 101 — Cap.X―2

niva. (1669 m.) ed in altre 3 ore a Collio (vedi Guida Lampugnani: Lago di Garda e suoi dintorni).

2. PISOGNE-DARFO-BRENO

Pisogne, situato sulla sponda orientale del lago d’Iseo (v. cap. IX-2) è il primo paese della Valle Camonica ed è riunito a Lovere per un lungo ponte. Passato Pisogne la strada sale in mezzo ad ubertosi piani. Si incontrano sulla destra della strada ed a questa congiunti da passabili vie carrozzabili,

Pian Camuno (1630 ab.) colle frazioni di Solato e Visone.

Artogne (1700 ab.), paese agricolo e che possiede alcune fucine per attrezzi di ferro e di rame. Vedonsi ruderi di torri e di un castello. La parrocchiale ha una pala attribuita al Salmeggia e la chiesetta campestre di Santa Maria, la Visitazione di Maria, quadro all’altar maggiore di Palma il Vecchio.

Gianico (220 m.; 800 ab.), rinomante per i suoi castagneti e per le grandiose selve.

Da Gianico si può fare una bella passeggiata risalendo prima il torrente e poscia il bosco resinoso fino ai prati di Servera (m. 1300). si ammira una bella selva resinosa che copre quasi tutto il declivio destro della valle; al passaggio del torrente per portarsi ai pascoli alpini si osserva il micascisto al contatto del porfido. Avanzandosi verso Darfo si raggiunge una grandiosa frana nell’arenaria rossa triassica detta nel paese la Rovinassa; da essa si scende a Pellalepre, frazione di Darfo, per facile sentiero.

11 km. Darfo (230 m.; 2300 ab.), riunito per un ponte a Corna, sua frazione e stazione della guidovia camuna (V. qui sopra, 1). Bella la parrocchiale.

Da Darfo in poco tempo per strada bella e quasi piana si giunge a

Montecchio, che fu corte dei Federici i quali vi ebbero una rocca, restaurata nel 906, di cui ora veggonsi poche vestigia. Magnifico e pittoresco il ponte sull’Oglio di 24 metri d’arco, e alto 34 metri sul livello dell’acqua. — Nella chiesetta dell’Immacolata, vicino al ponte, le pitture del volto, anteriori al 1500, sono pregevoli per la storia dell’arte.

Passato Montecchio, trovansi: la Sacca e Plemmo, che ha avanzi di rocca dei Federici.

Esine (242 m.; 1800 ab.), congiunto come già detto all’altra via (v. n. 1) per un ponte. Nella parrocchiale vedonsi tre dipinti di Calisto da Lodi; nella chiesa