Pagina:Bergamo e sue valli, Brescia e sue valli, Lago d'Iseo, Valcamonica.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 27 ―

31 km. San Giovanni Bianco, stazione capolinea della ferrovia, (v. avanti, b).

b) In vettura. — Da Bergamo a S. Pellegrino, ad 1 cavallo: and. L. 8; and. e rit. 12; a 2 cavalli, L. 16 e 24.

Una buona strada carrozzabile riunisce Bergamo alla Valle Brembana, che risale fino alle sorgenti del Brembo: a Branzi da una parte e Mezzoldo e Roncobello dall’altra.

8 km. Villa d’Almè, all’imbocco delle Valli Brembana ed Imagna, (v. cap. IV).

Dopo Villa d’Almè, la strada costeggia, a mezza costa, la riva s. del fiume Brembo. — A d., ai piedi dell’Ubione, Clenesso, un tempo rocca inespugnabile ed ora amena villeggiatura, e più avanti l’officina idroelettrica che fornisce Bergamo, di luce e di forza motrice. — La strada passa sotto il paesello di Botta, ove nacque Papa Innocente X. Nella chiesa costruita nel 1658, si conserva un bel quadro del Ceresa, rappresentante S. Antonio.

14 km. Sedrina. La chiesa é antichissima, fu riedificata nel 1400, e possiede: all’altare dell’Ascensione, un bel quadro di Lorenzo Lotto; nel coro ed all’altar maggiore, quadri del Ceresa, del Moroni e del Cavagna.

Appena passato Sedrina, le montagne s’avvicinano fino quasi a toccarsi, rinserrando il fiume in una profonda stretta e la strada, scavata nel vicino masso, mena al celebre ponte di Sedrina, il cui pilone centrale è una immane roccia sulla quale vennero costruite diverse case.

Oltrepassato il ponte, a s. si stacca la carrozzabile che risale la valle Brembilla e Taleggio, (v. cap. V e VI).

È qui che incomincia il cosidetto piano di Zogno, larga conca anticamente fondo di lago. Su questo piano si ammira lo stabilimento idroelettrico della Ditta Conti e C. che fornisce l’energia a Monza, e poi a d. lo stabilimento Manifattura di Valle Brembana.

17 km. Zogno (m. 336), grossa borgata, centro commerciale e capoluogo della bassa Valle Brembana.

Zogno gode di un clima mite e costante d’inverno, fresco e ventilato d’estate. Possiede acqua potabile e luce elettrica. — I villeggianti vi trovano comodi alloggi.

Zogno conserva ancora l’aspetto feudale dalle viuzze strette e tortuose, dalle case alte e forti come torri, ma va abbellendosi di ville nuove ed eleganti.

Dell’antico castello di Zogno oggi non rimane che la torre ridotta però a campanile dalla chiesa parrocchiale alla quale si accede per una grandiosa scalinata.

La chiesa merita di essere visitata per alcuni affreschi dell’Albrici di Vilminore, per un bel quadro del Ceresa ed un altro attribuito al Perugino. Bellissimo pallio d’altare di stile bizantino.