Pagina:Bertacchi - Meteore Luminose, 1883.djvu/66

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 36 - Questo mi pare uno elei risultati più belli e più soddisfacenti della teoria, poiché a nessuno sfugge la mirabile pwssimità di quei due valori di 2d, ottenuti con numeri e con un processo aritmetico tanto diverso ; tanto diverso, s’intende, rispetto alle quantità. Si osserva inoltre che il valore medio fra i due d 2(1 = 0,3461 è molto vicino a quello accennato da Young; ciò che può dirsi un vero trionfo della speculazione scientifica dei moderni, sottile, ma non mai astratta, e pur sempre sostenuta dall’osservazione o convalidata dalla più scrupolosa e vigile esperienza. § 2. Integrale di Airy. — Airy ha considerato le onde relative ai raggi emergenti. Supposto il caso del primo arco vediamo clic succeda nel piano condotto per S A. I raggi emergenti che provengono dagli incidenti compresi fra SA e il l'aggio efficace SI formano un ramo A M N di curva caustica assintota al prolungamento L'P del raggio emergente efficace 1' 1". SA è tangente a questo ramo di curva in A. I raggi emergenti provenienti dagli incidenti fra Sic il fascio tangente generano un secondo ramo di curva caustica A M' N as- sintoto I' I" e tangente in F al. raggio emergente di cui il punto di emergenza è a distanza da A, raggio che corrisponderebbe ad un raggio incidente vicinissimo al raggio tangente. La sezione d’onda emergente nel piano della figura è una sviluppante della caustica, normale in 0, dove incontra il prolungamento del raggio emergente efficace. Quivi il suo raggio di curvatura diventa co ed avremo un punto di flesso.