Pagina:Bertini - Le dimore estive dell'appennino toscano, Niccolai, Firenze, 1896.djvu/123

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

montepiano 113


quartiere, ed il sig. Leopoldo Gualtieri parimente.

Nella Badìa presso il parroco Pieralli si può avere un modesto quartiere.

Ai Gasperoni (1000 m.), a tre quarti d’ora dalla Badìa, si possono overe modeste stanze dai fratelli Chiaramonti. (Monte Casciaio.)

Distanze. — Prato, S. F. più vicina, chilometri 29; Bologna, R., 63.

Vetture. — Tutti i giorni, dopo l’arrivo del primo treno omnibus da Firenze, parte da Prato una diligenza (Posta), (1 lira), ed arriva a S. Quirico di Vernio alle 11 circa, in coincidenza col servizio postale (lire 1) che arriva a Montepiano alle 13.30 circa. Da Montepiano riparte ogni mattina alle 9, dando luogo ai viaggiatori di profittare per il ritorno a Prato della diligenza (Posta) che parte da S. Quirico alle 14 circa.

Una vettura piccola ad un cavallo da Prato a Montepiano lire 10-12; una Calèche o Visà-vis a due cavalli lire 20-25.

Servizio di vetture. — A Prato: Felice Guarducci detto Bistecca, e successori Calamai. A Montepiano: Pietro Bartolini; e Morganti padre e figli.