Pagina:Bertini - Le dimore estive dell'appennino toscano, Niccolai, Firenze, 1896.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Villa Margherita Presso S. Marcello pistoiese e Cavinana.

645 m.

Disceso il M. Oppio, che segna lo spartiacque appenninico, laddove la strada nazionale varca sopra un bel ponte il torrente Limestre* sorge sulla sinistra di chi va a S. Marcello un grandioso casamento che dal fiume prende il nome di Limestre Pistoiese. In questo immenso fabbricato ha la sua sede e le sue officine la Ditta Ferdinando Turri, una delle più rinomate in Italia per gli svariati prodotti di rame e ottone, con fonderia propria. Di rimpetto si parte una strada ruotabile, che va ad un’elegante e vasta abitazione, mezzo nascosta tra le fronde degli alberi che le fanno corona. È « Villa Margherita » posta presso la confluenza di due torrentelli che frescheggiano la deliziosa dimora.

Questa residenza estiva, tenuta in affitto dalle signore Simi, che hanno reputata pen