Pagina:Bibliografia ladina.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

16


1. Introduzione

La presente Bibliografia ladina (Bibliografie des ladinischen Schrifttums / Bibliografia degli scritti in ladino) è nata dall’ esigenza di colmare una lacuna documentaristica palesatasi ultimamente in modo sempre più chiaro nel corso di diversi progetti di ricerca realizzati nella Ripartizione Ladina della Libera Università di Bolzano: la mancanza di un elenco generale che contenesse (possibilmente) tutti gli scritti in lingua ladina. Un ta le elenco costituisce però, tra l ’altro, la base indispensabile per la costituzione di un corpus che si proponga di rappresentare in modo quantitativamente e qualitativamente adeguato la lingua ladina scritta f inora; inoltre rispecchia, in particolar modo per gli scritti meno recenti, lo sviluppo dell ’utilizzo scritto del ladino in generale, diventando con ciò uno strumento di ricerca proprio.

Nel XXI secolo, anche il ladino può vantare una mole abbastanza considerevole di pubblicazioni, autonome e non, nella lingua minoritaria. È perciò stato necessario ridimensionare l ’opera, rinunciando alla completezza alla quale si aspirava inizialmente. I tagli sono stati effettuati in particolare nell’ ambito della cosiddetta letteratura grigia.1 Nonostante ciò, la quantità di dati bibliografici raccolti risultava talmente elevata da necessitare di un’ulteriore ripartizione, motivo per cui il materiale corrispondente verrà messo a disposizione suddiviso in due tranche s cronologiche: il presente volume si limita agli scritti ladini risalenti al periodo prima del 1945, mentre un volume successivo sarà dedicato a lla produzione scritta ladina dopo la seconda guerra mondiale. Entrambi gli elenchi verranno resi accessibili, in un secondo momento, anche tramite internet; saranno altresì messe a disposizione, per quanto possibile, le immagini e le trascrizioni dei documenti originali corrispondenti. Una parte dei documenti originali, assieme ad un’immagine (in formato PDF) e la trascrizione degli stessi, è già a disposizione in internet (cf. infra 1.4). 2

1.1 Contenuto della Bibliografia ladina

La Bibliografia ladina dovrebbe contenere, idealmente, tutti i media (in senso ampio), nei quali sia presente il ladino. Questo è l ’obiettivo finale del nostro lavoro bibliografico, che però potrà essere raggiunto per gradi solo in un tempo più lungo. Nel nostro lavoro ci siamo posti le seguenti priorità, direttamente connesse alla

quantità di materiale a disposizione:

  1. Per letter atura grigia s’intendono libri ed altre pubblicazioni che non vengono diffusi attraverso i normali canali del commercio librario. Nel nostro caso si tratta di depliants, opuscoli e simili.
  2. L’altra bibliografia pubblicata nell’ambito della nostra collana „Scripta Ladina Brixinensia“, la Bibliografia Retoromanza 1729–2010, come annunciato sarà accessibile prossimamente online, più esattamente all’interno del portale specialistico Lin|gu|is|tik, curato da Heike Renner-Westermann (http://www.linguistik.de/kataloge/). Bibliografie_ladinischen Schrifttums.indd

16