Pagina:Biografie dei consiglieri comunali di Roma.djvu/317

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

biografie dei consiglieri provinciali di roma



SPAZIANI AVV. ANTONIO


Consigliere Provinciale





NNobile, gentile, solenne è l’ufficio dello scrittore, quando le virtù descrivendo di benemeriti cittadini, le presenta nel cospetto della crescente generazione, affinchè siano raccolte come seme fecondo di utili frutti alla famiglia, alla città, alla provincia, alla patria. — In mezzo allo splendore della civiltà e del progresso, onde si illumina il secolo, è bello sopratutto circondare di luce serena quegli uomini, che rivelano la forte potenza dell’ingegno e le più elette doti dell’animo, onde incuorarli ad opere grandi, e trarli nel campo dell’azione, per la fortuna del popolo, per la felicità del proprio paese. — Noi affermiamo essere utilissima cosa lodare durante la vita, piuttostochè dopo la morte, specialmente quando trattasi di far conoscere peregrine intelligenze, giovani ingegni, cittadini per ogni più virtuosa qualità distinti; imperciocchè non avvi tributo più caro, non premio più diletto, non gloria più desiderata, che l’onoranza del nome guadagnarsi e meritare una pagina di storia, o una parola di laudazione in presenza dei liberi tempi, dinanzi alla propria nazione. — Con ciò si dà sprone a più grandemente operare non solo, ma la gioventù cresce fiera e superba di apprendere le morali e civili virtù, onde si creano i più utili cittadini, e si prepara un avvenire più splendido, un èra nuova di progressiva grandezza, di pace feconda, di universale benessere. — E noi consegnando in queste biografiche pubblicazioni la memoria di coloro, che il Consiglio della Romana Provincia componendo, per tutte le più egregie virtù della mente e del cuore si distinguono, abbiamo la coscienza di onorare non solo i cittadini che s’acqui-