Pagina:Blasi - Manuale per la coltivazione della vigna latina, Milano 1877.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 21 -

raccoglieteli sempre, o distendeteli nel fondo dell'escavo, o se fossero abbondanti, fateci il muro a secco di cinta.

26. — È bene che in agosto, e non più avanti di ottobre sia eseguito lo scassato se il terreno è forte e tenace.

27. — Potrà prepararsi la vigna anche in novembre, o dicembre se il terreno è leggiero. Sarà sempre meglio però che il terreno lavorato per molti mesi senta i beneficii dell’aria.


CAPITOLO II.

Distanza delle viti.

28. — Piantate le viti a doppio filare perfettamente dirette ed equidistanti fra loro tenendo il metro per unità di misura.

29. — Fra un filare e l’altro deve ordinariamente esservi la distanza di metri 1,20. Le due file parallele equidisteranno centimetri 60, e tra vite e vite centimetri 70, in modo che in mille metri quadrati di superficie (pertica o tavola censuaria) stiano 1500 viti.

30. — I filari debbono essere disposti da levante a ponente, ed orizzontalmente in collina.

31. — Data la regola generale, è mestieri osservare nel caso pratico le seguenti massime.

32. — Le viti deggiono piantarsi tanto più di-