Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

45


Al senatore Fracassi la composizione del Ministero diede un istante di sgomento. (Si ride).

FRACASSI. Nessuno sgomento.

BOSELLI, presidente del Consiglio. Egli vi vide un mostro, così ha detto, e io dei mostri di ogni specie mi spaventai sempre anche nella mia gioventù (Si ride). Il senatore Fracassi si era sgomentato un istante, ma poi ha visto nascere la bella concordia dai nostri banchi e cortesemente ci ha accordato la sua fiducia. Anzi a lui parve che i Ministeri istituiti avrebbero dovuto esserlo con carattere permanente, ciò che non abbiamo fatto per non anticipare i voti del Parlamento preceduti da ampia ed opportuna discussione, e perchè urgeva provvedere alla costituzione di questi ministeri, che anche essi hanno in questo momento missione di guerra. (Bene).

Qualche altro oratore accennò anche che altri Ministeri si sarebbero potuti creare (Commenti), e sembrami che il senatore Mazziotti avrebbe voluto un Ministero delle munizioni. Io posso assicurarlo che vi sia o no il Ministero, l’opera per procurare le munizioni necessarie ai nostri combattenti procede validamente ed energicamente. Eguale assicurazione mi è grato dare al setonare Morra, che testè parlò del medesimo argomento. Ed assicuro il senatore Mazziotti che l’esservi un Ministero o l’esservi un sottosegretariato di Stato, quando il compito importantissimo ed urgente è affidato ad un uomo del valore e della energia del generale Dallolio (Approvazioni), la questione ha poca importanza: e può essere certo il Senato che l’opera di questo valente generale che ha tutte le competenze tecniche e insieme l’ardore dell’aposto-