Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/118

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
114 Contra i Deisti.

Chi mai può (piegare poìl‘Amorc die porta Dio,. e le grazie innumcrabifi che fa ad un‘ Anima che l’ama ’! Geflìnò dunque" gl’Increduli almeno ‘d‘i negare (Ùfe‘ non‘ la vogliono am’au rc’) l immenfa Bontà‘de! nofi’ro Dio.

Ma eflì‘norì laiciano idi mplìcare‘, che Dio porfeBbe ìmpedir {è volefl‘e i peceati,fi e {a dannazione di tanti; perchè non Fimpcdifce?Ì Perché (’ fi ’rifponde ) Dio non vuoftògliere agli Uomini bruma uh: loro Ha data; Se i cdise ccatì,. trèbbont gl’lnîltîdufi hmîentare diplgio, che o ave li Parti liberi a peccare; (“Oddîsfilîì a loro arbitrio, poi-vo;glia‘ privarglìo della libertà ‘ loro" gli eon‘ceduta.. Dianne-2 Mi fcnza’ ’ .lu libertà {non potrebbe Dio dàr uce’ c grazia più abbondànte a cîafcunò, come l’ha data a. «anti 2’ Ferchè nei gare Àa Giuda la grazia darà 35.50’u-o .3. Perchè negare al‘m’al Ladrone la‘ grazia data ’al buona .7: Perchà‘ in{omma le grazie efficaci che dona ad