Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte I. Cap. III. 35

d’un Dio, perchè non è stata insegnata dagli Uomini, ma inserita dalla Natura, da lei stessa ci viene, avvisata e persuasa. Se dunque dalla stessa Natura, la quale nihil agit frustra, ci è stata stampata nell’Anima l’idea di Dio, a qual fine la Natura ce l’ha falsamente impressa, ed ha voluto ingannarci? E perchè più presto non ci ha impresso, che tutto è stato fatto dal caso come dicea Democrito? O pure che ’l Mondo è stato ab æterno, come dicono altri, se in verità tutto si è operato a caso, o il tutto sussiste ab æterno, ed in fatti non vi è questo Dio Creatore del tutto?

Forse l’idea dì Dio è stata inserita dalla Politica de’ Principi, come sognano altri, per mantenere i Sudditi in timore, affinché così stiano in pace, e sieno ubbidienti alle leggi? Se dunque un tale inganno tanto conduce alla pace comune, e ad evitare i disordini, quando anche non vi fosse Iddio, dovressimo noi desiderar che vi