Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte II. Cap. I. 55

rità delle cose, e così regolassero la loro Fede, e vita.

Oppongono i Deisti: Ma perchè ciò non può ottenerfsi col solo lume della ragion naturale? Se Dio (dicono) non avesse dato all’Uomo questo lume naturale, che bastasse a fargli conoscere, così la vera Religione, come le vere virtù da praticare per salvarsi, Egli sarebbe stato ingiusto, perchè avrebbe privato l’Uomo, senza di lui colpa, degli ajuti necessarj per ottenere la felicità eterna, ed evitare l’infelicità.

Ma si risponde, che se Dio dopo il peccato origginale non avesse dato all’Uomo la Rivelazione, ma il solo lume naturale, tal quale oggi scorgiamo negli Uomini, questo (diciamo) sarebbe stato insufficiente per ben credere, e ben vivere; poiché l’Uomo a cagion delle disordinate passioni che lo dominano, e de’ sensi che l’inclinano al male, e della poca notizia che ha delle Verità eterne, anche sarebbe rimasto nella