Pagina:Cabala del cavallo Pegaseo con l'aggiunta dell'Asino Cillenico.djvu/5

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

L A   C A B A L A

DEL

CAVALLO PEGASEO1

______


La Cabala del Cavallo Pegaseo, bizzarro scritto, è in un certo modo un’appendice dello Spaccio. Innanzi tratto è da intendere bene la voce cabala. Esprime un’allegoria, una successione irregolare di considerazioni, come la filosofia rabbinica, detta Cabala,2 solea farne. Alle usate stranezze di questo metodo

  1. Questa Cabala è descritta dal Nolano, come lo Spaccio è stato registrato da lui. Saulino è il nome d’uno degl’interlocutori della Cabala. Coribante è il nome del pedante. - Cavallo di Pegaso (montagna e città di Tessaglia) e asino di Cillene (montagna d’Arcadia) sono espressioni quasi equivalenti in cotal racconto. Il cavallo è alato ed appartiene ad Apollo; l’asino è parlante ed appartiene a Mercurio. Gli dei e gli uomini hanno conceduto gli stessi privilegi a questo cavallo e a quest’asino. Senzachè, nel progresso del libro, l’asino, di cui si narra la storia e si fa partitamente il ritratto, ottiene una volta l’onore di essere trasformato in cavallo della specie di Pegaso.
  2. Vedi l’opera non meno curiosa che dotta del signor Franck: De la Kabbale, Paris, 1845.