Pagina:Camerini - Donne illustri, 1870.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



DONNE ILLUSTRI







IIn quel grazioso poema di Tennyson intitolato la Principessa, la bellissima Lilia, piccatasi di un motto del fratello contro le donne, gli dice: oh! foss’io una gran principessa; io fonderei un collegio di donne lontano al tutto dagli uomini e insegnerei loro tutte le scienze; e vi prometto che la prova riuscirebbe a meraviglia: perchè d’ingegno siamo il doppio più ricche. Presa in parola, alcun dice: sia Lilia l’eroina — facciamola gran principessa: alta sei piedi, grande, epica, e uno di noi sia il principe che la conquisti. — E così, fatta una brigata di giovani donne e d’uomini, come nel Decamerone, cominciano a novellare ed a cantare di belle canzoni, d’una Università femminile ove