Pagina:Camerini - Donne illustri, 1870.djvu/233

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Madamigella Rachel. 225


biezioni, le vergogne e le disfatte del secondo impero, come la tragedia di Corneille s’avveniva gloriosamente alle vittorie del primo Napoleone. Ora la Rachel è il continuo rimpianto de’ buon gustai, dei raffinés de lettres come dicono i nostri vicini, che sì sottilmente intendono e sì pazzamente procedono. Nè sarà facile che sì presto rifiorisca la gloria dei Talma e delle Mars. E sebbene gli omaggi resi dal fiore dell’aristocrazia inglese all’esule compagnia del Teatro Francese, faccian segno che se ne gustano tuttavia i capolavori, e la maestria finissima che gl’interpreta, la ribollente e inondante democrazia lascia credere che un’arte più vasta ed elevata debba sorgere a sollevare gli scioperi che daranno ai popoli le tregue delle rivoluzioni e degli incendi.