Pagina:Campanella, Tommaso – Lettere, 1927 – BEIC 1776819.djvu/202

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
196 t. campanella

dopo che Vostra Beatitudine per mezzo di monsignore nuncio mi liberò misericordiosamente dalle branche della morte. Mi parlò il viceré e mi ricevette in piú grazia che prima, e vorria servirsi di me: però io avviso Vostra Beatitudine, e prego che ordini a monsignor nunzio che tratti col viceré che mi liberi, secondo promesse, e dica con quanta pregheria vuole, perché io giá invecchiato dia li frutti della penitenza mia alla chiesa di Dio a tempo della Vostra Beatitudine, che Dio conservi mill’anni a beneficio del popolo suo.

 Napoli, li 22 dicembre 1618.

Fra Tomaso Campanella delli predicatori.


caricamento di la:Page:Campanella, Tommaso – Lettere, 1927 – BEIC 1776819.djvu/202 in corso... Loading.gif