Pagina:Canonici - Prospetto biografico delle donne italiane.djvu/77

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


SECOLO XV.


Aleardi (degli), Medea, di Verona. N. .... M. ....
Niuna memoria dell’epoca precisa in cui ella visse mi riescì di rinvenire: è però indubitato che fiorì nel XV secolo.

OPERE LASCIATE ED AUTORITA’

Rime dirette a Niccolò dei Malpighi Bolognese, ed altre al Conte Malaspina di Verona. Un Codice delle sue Poesie si conservava in Carpi presso l’Avvocato Eustachio Cabassi.
Tiraboschi, St. Lett. It. T. VI, P. 3. Venezia, 1795.


Arco-Nogarola (d’), Angela, di Verona. N. .... M. ....
Fu conoscitrice della Santa Scrittura, e ne tradusse in versi alcune Lezioni, per quanto viene asserito. Fu per eccellenza bella di corpo, e per onestà di costumi impareggiabile. Visse contemporanea alla celebre Isotta.
Alcune Epistole di perfetto stile.
Bettussi, Addiz. alle Donne illustri di Gio. Boccaccio. P. 2, pag. 115.