Pagina:Canti del Friuli.djvu/109

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 100 ―


Misteriosa la voce delle cose
favellerà dai rivi e dalle zolle,
favelleran gli steli e le corolle
20dei pallidi narcisi e delle rose.

Ed io, seduto sopra l’erba verde,
con l’occhio fiso nell’azzurro immenso,
mi lascerò cullar dal dolce senso
24in cui l’anima placida si perde.



Canti del Friuli 0110.jpg