Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/108

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

92 il ritorno delle bestie


C’è un falcetto lucido ancora
su la Pania, a fior del sereno,
dentro l’aria dolce ch’odora
      d’un tiepido odore di fieno.

C’è silenzio lassù, dov’erra
quel falcetto con qualche stella.
Solo il bimbo strilla da terra:
      Bianchina! Colomba! Turella!