Pagina:Capuana - Come l'onda.djvu/149

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

145


— Ma, se il signorino lo sa....

— Rispondi! Da quando?

— Da quattro mesi, forse.... Non ricordo bene.... Oh, vergine santa!

— Da quattro mesi!... Da quattro mesi! Una, due volte la settimana!...

Ogni esclamazione, era lampo di vivissima luce, che gli rischiarava il cervello; era scoppio di fiamme avvolgentisi al corpo, che intanto sudava diaccio....

— Da quattro mesi!... Due, tre volte la settimana!...

E i minuti passavano, e i quarti d’ora passavano, via via sul quadrante dell’orologio a pendolo dov’egli teneva fissi gli occhi; e le ore squillavano pel salotto lentamente nell’attesa mortale, quasi annunziassero un’immensa catastrofe!

— Meglio per lei, se il mondo finisse prima di rimettere il piede in casa, in questa casa insozzata dalla sua infame persona!... Ecco perchè rifioriva!... Ecco perchè cantava!... E la gelosia non mi ha servito a niente!... Neppure ad arrestarla sul punto di.... A niente!

E i minuti passavano, eterni come quarti d’ora! E passavano, via via, gli interminabili quarti d’ora, che sembravano secoli!

La serva aveva sentito suonare con violenza....

— Prendi il tuo fagotto ed esci da questa casa, sùbito, sùbito, ruffiana!

— Vergine santa! Che dite mai, signorino!

— Esci, esci, ruffiana!