Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/130

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
114 il cortegiano


mostrando sempre farlo non per ostentazione, ma a caso; e pregato d’altrui più presto che di volontà sua; ed in ogni cosa che egli abbia da far o dire, se possibil è, sempre venga premeditato e preparato, mostrando però il tutto esser all’improviso. Ma le cose nelle quai si sente mediocre, tocchi per transito, senza fondarsici molto, ma di modo, che si possa credere che più assai ne sappia di ciò ch’egli mostra: come talor alcuni poeti che accennavano cose sottilissime di filosofia o d’altre scienze, e per avventura n’intendevan poco. Di quello poi di che si conosce totalmente ignorante non voglio che mai faccia professione alcuna, nè cerchi d’acquistarne fama; anzi, dove occorre, chiaramente confessi di non saperne.

XXXIX. Questo, disse il Calmeta, non arebbe fatto Nicoletto, il quale essendo eccellentissimo filosofo, nè sapendo più leggi che volare, benchè un Podestà di Padoa avesse deliberato dargli di quelle una lettura, non volse mai, a persuasion di molti scolari, desingannar quel Podestà e confessargli di non saperne, sempre dicendo, non si accordar in questo con la opinione di Socrate, nè esser cosa da filosofo il dir mai di non sapere. — Non dico io, rispose messer Federico, che ’l Cortegian da sè stesso, senza che altri lo ricerchi, vada a dir di non sapere; chè a me ancor non piace questa sciocchezza d’accusar o disfavorir sè medesimo: e però talor mi rido di certi uomini, che ancor senza necessità narrano volentieri alcune cose, le quali, benchè forse siano intervenute senza colpa loro, portan però seco un’ombra d’infamia; come faceva un cavalier che tutti conoscete, il qual sempre che udiva far menzion del fatto d’arme che si fece in Parmegiana contra ’l re Carlo, subito cominciava a dir in che modo egli era fuggito, nè parea che di quella giornata altro avesse veduto o inteso; parlandosi poi d’una certa giostra famosa, contava pur sempre come egli era caduto; e spesso ancor parea che nei ragionamenti andasse cercando di far venire a proposito il poter narrar che una notte, andando a: parlar ad una donna, avea ricevuto di molte bastonate. Queste sciocchezze non voglio io che dica il nostro Cortegiano, ma parmi ben che offerendoseli occasion di mostrarsi