Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/209

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

libro terzo. 193


tenerlo in vila sua captivo e con gran pena. Gli altri tutti, chi per una e chi per un’altra via, furono in capo d’un tempo liberì, e ritornarono a casa, e riportarono alla moglie, che Madonna Argentina avea nome, ed ai figlioli, la dura vita e ’l grand’affanno in che messer Tomaso viveva ed era continuamente per vivere senza speranza, se Dio miracolosamente non l’ajutava. Della qual cosa poi che essa e loro furono chiariti, tentati alcun altri modi di liberarlo, e dove esso medesimo già s’era acquetato di morire, intervenne che una solerte pietà svegliò tanto l’ingegno e l’ardir d’un suo figliolo, che si chiamava Paolo, che non ebbe risguardo a niuna sorte di pericolo, e deliberò o morir o liberar il padre: la qual cosa gli venne fatta, di modo che lo condusse così cautamente, che prima fu in Ligorno, che si risapesse in Barberia ch’e’ fosse di là partito. Quindi messer Tomaso sicuro, scrisse alla moglie, e le fece intendere la liberazion sua, e dove era, e come il diì seguente sperava di vederla. La buona e gentil donna, sopragiunta da tanta e non pensata allegrezza di dover così presto, e per pietà e per virtù del figliolo;, vedere il marito, il quale amava tanto, e già credea fermamente non dover mai più vederlo: letta la lettera, alzò gli occhi al cielo, e, chiamato il nome del marito, cadde morta in terra; nè mai con rimedii che se le facessero, la fuggita anima più ritornò nel corpo. Crudel spettacolo, e bastante a tempetar le volontà umane, e ritrarle dal desiderar troppo efficacemente le soverchie allegrezze! —:

XXVIII. Disse allora ridendo il Frigio: Che sapete voi, ch’ella non morisse di dispiacere, intendendo che ’l marito tornava a casa? — Rispose il Magnifico: Perchè il resto della vita sua non si accordava con questo; anzi penso che quell’anima, non potendo tolerare lo indugio di vederlo con gli occhi del corpo, quello abbandonasse, e tratta dal desiderio volasse subito dove, leggendo quella lettera, era volato il pensiero. — Disse il signor Gasparo: Può esser che questa donna fosse troppo amorevole, perchè le donne in ogni cosa sempre s’attaccano allo estremo, che è male; e vedete, che per essere (troppo amorevole fece male a sè stessa, ed al marito14, ed ai figlioli, ai quali converse in amaritudine il piacere di