Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/335

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

varianti. 319


solamente è nato, ma comincia già a mostrare della vertute e valor suo verissimi argomenti. — E qual è questo felice signore? — rispose il Frisio. Disse il signor Ottaviano: Il Federico Gonzaga, primogenito del Marchese di Mantua, nepote della signora Duchessa qui. — Allor il conte Lupovico, Io, disse, confesso, non aver mai veduto fanciullo, che in così tenera etate mostri maggior indole di questo, nè più certa speranza di pervenire al colmo di quella virtute eroica che ha nominata il signor Ottaviano: onde penso che non solamente nel dominio suo, ma in tutta Italia, abbia da rinovare il secol d’oro, del quale già tanto tempo fra gli uomini non si vede più reliquia. Ed io essendo a questi dì passati ito a Mantua, feci quel giudicio di lui che si scrive che già fecero di Alessandro certi ambasciatori del re di Persia; li quali, venuti alla corte di Filippo essendo esso absente, furono da Alessandro suo figliolo, che ancor era fanciullo, ricevuti onoratissimamente; ed intertenendoli esso domesticamente, come si suole, non gli adimandò mai cosa alcuna puerile, come degli orti o giardini, nè delle altre delizie del loro re, che in quei tempi erano celebratissime; ma solamente, quanta gente a piedi e quanta a cavallo potesse mettere alla campagna il re di Persia, e che ordinanza e modo teneano nel combattere, e in qual parte dello esercito stava la persona del re, e chi stavano con lui, e come aveano modo di levar le vettovaglie alli nemici che venissero in Persia da una banda, e come dall’altra, e come dì fare che a sè non mancassero, ed altre tai cose; di modo che quelli ambasciatori maravigliati dissero: Il nostro si può chiamare meritamente ricco re, ma questo fanciullo gran re; — e infino allora giudicorno, che avesse da essere quello che fu. Così io non senza chiaro indizio presi di questo fanciullo suprema speranza; chè, vedendolo ed udendolo ragionare, restai stupido, e parvemi comprender che la natura l’avesse prodotto attissimo ad ogni virtuosa grandezza. — Allor il Frisio, Or non più, disse; pregarem Dio di vedere adempita questa vostra speranza; ma date oggimai loco agli altri di parlare. —